Dapoi un bellu pezzu avà simu abituati à sente parlà di COVID-19 ogni ghjornu (è à ragiò), di i prublemi respiratorii chì pò causà, finu à e famose morti.

Ancu se i prublemi più cumuni riguardanu principalmente a frebba, a tosse è a difficultà di respirà, ci hè un aspettu chì hè pocu menzionatu ma per u quale ci hè molta ricerca: i deficit cognitivi.

A prisenza, in fattu, di anosmia (perdita di l'olfattu) è ageusia (perdita di gustu) hà focalizatu l'attenzione annantu pussibilità chì a malatia affetta direttamente o indirettamente u sistema nervosu centrale ancu.


Datu, cum'è digià citatu, upresenza impurtante di studii chì anu evaluatu a presenza di deficit cognitivi in ​​e persone affettate da COVID-19, un gruppu di studiosi hà realizatu una rivista di a literatura attuale nantu à u sughjettu per riassume i dati più salienti attualmente dispunibili[2].

Chì hè isciutu?

Benchè cù parechje limitazioni ligate à l'eterogeneità di a ricerca realizata fin'à avà (per esempiu, differenze in i testi cognitivi aduprati, diversità di campioni per e caratteristiche cliniche ...), in u sopra menzionatu recensione[2] dati interessanti sò riportati:

  • A percentuale di i pazienti cù indebulimenti ancu à u nivellu cugnitivu seria assai cunsistenti, cù una percentuale chì varieghja (basatu annantu à i studii realizati) da un minimu di 15% à un massimu di 80%.
  • I deficit più frequenti riguarderanu u duminiu attenzionale-esecutivu ma ci sò ancu ricerche in cui emerge a pussibile presenza di deficit mnemonici, linguistici è visuale-spaziali.
  • In ligna cù i dati di letteratura preesistenti[1], per i scopi di un screening cognitivo globale, ancu per i pazienti cun COVID-19 u MoCA seria più sensibile chè u MMSE.
  • In presenza di COVID-19 (ancu cù sintomi lievi), a probabilità di avè ancu deficit cognitivi aumenterà di 18 volte.
  • Ancu dopu à 6 mesi di guarigione da COVID-19, circa u 21% di i pazienti continueranu à mostrà deficit cognitivi.

Ma cumu sò pussibuli tutti questi deficit?

In u studiu appena riassuntu, i ricercatori elencanu quattru meccanismi possibili:

  1. U virus pò ghjunghje indirettamente à u CNS attraversu a barriera hematoencefalica è / o direttamente per trasmissione assonale attraversu i neuroni olfattivi; questu cunduceria à danni neuronali è encefalite
  1. Dannu à i vini sanguini di u cervellu è à e coagulopatie chì causanu colpi ischemichi o emorragici
  1. Risposte infiammatorie sistemiche eccessive, "tempesta di citochine" è disfunzione d'organi periferichi chì afectanu u cervellu
  1. Ischemia glubale secondaria à fallimentu respiratoriu, trattamentu respiratoriu è u cosiddettu sindrome di distress respiratoriu acutu

cuegghiè

COVID-19 deve esse pigliatu in seriu anche per i pussibili deficit cognitivi chì pò causà, sopratuttu perchè questi parenu assai frequenti è influenzeranu ancu e persone chì anu avutu forme di a malattia cù sintomi lievi, tenendu ancu à mente l'alta persistenza di i compromessi neuropsicologichi menzionati in precedenza.

PUDETE ESSE INTERESSATU ANCHE DI:

BIBLIOGRAFIA

Accuminciate à scrive è pressa Enter per circà

errore: Cuntinutu hè prutetta !!